fbpx

Progettazione in campo europeo

progettazione_orizzontale

La struttura del Corso

Il corso si suddivide in Unità Formative (UF) e moduli:

UF1.1: Ricerca finanziamenti: 1) effettuare ricerche e valutazioni di opportunità di finanziamento pubblico partendo dalle esigenze del committente;
UF1.2: Ricerca finanziamenti: 2) individuare e analizzare i programmi, le linee di finanziamento ed i relativi bandi di gara (calls for tenders) e gli inviti a presentare proposte (calls for proposals);
UF2.1: Progettazione: 3) ricercare partner nazionali e transnazionali per la realizzazione delle attività e definire gli accordi di rete; 
UF2.2: Progettazione: 4) elaborare un’idea progettuale e procedere alla stesura e presentazione del progetto, utilizzando specifiche metodologie e rispettando i requisiti formali e di merito (documentazione tecnica) e predisponendo il piano finanziario; 
UF2.3: Progettazione: 5) compilare il formulario (application form)
UF3.1: Valutazione: 6) individuare indicatori per la verifica e la valutazione; 
UF3.2: Valutazione: 7) valutare criticità, rischi ed opportunità che influenzano il progetto

Progettazione in campo europeo

750 marzo-giugno 2022
  • 7 Unità formative
  • 42 Ore di aula
  • 18 Ore di stage

Informazioni pratiche

Il corso include una parte d’aula teorico-pratica ed un periodo di stage.
Le ore di teoria (38) si realizzeranno in modalità FAD (formazione a distanza) sincrona attraverso la piattaforma 3XC o altra piattaforma simile.
Le ore di pratica (4), si realizzeranno in presenza nel rispetto del protocollo previsto per il settore presso l’aula Sassatelli c/o COSPE Onlus, via Slataper, 10 50121 Firenze.
Le ore di stage (18), invece, si realizzeranno in presenza nel rispetto del protocollo previsto per il settore presso i singoli enti di accoglienza dislocati sul territorio toscano. L’esperienza di stage può essere sostituita da un tirocinio extracurriculare o da esperienze lavorative .

Per ulteriori dettagli scarica la locandina dal catalogo dell Regione toscana

Il corso sarà tenuto da docenti altamente qualificati con anni di esperienza sul terreno, tra questi Maria Donata Rinaldi e Laura Vigoriti.
Durante le lezioni frontali, saranno presentate testimonianze dirette dal campo e sarà stimolato il coinvolgimento e la partecipazione degli studenti. Tutte le lezioni teoriche si svolgono on line tramite la piattaforma webinar 3CX e saranno registrate e rese disponibili per chi non potesse seguirle nei giorni e negli orari previsti per essere riascoltate e riviste in qualsiasi momento successivo.

Le lezioni si svolgeranno indicativamente ogni martedì e venerdi dalle 9 alle 13, dal marzo a giugno 2022. La data indicativa di avvio è fissata al 18 marzo 2022.

Nuova scadenza Iscrizioni: 16 Marzo 2022 

Perché frequentare un corso in progettazione?

Il progetto è uno dei principali strumenti per promuovere cambiamenti positivi nella vita delle persone. Formarsi per la progettazione in campo europeo è dunque un must per rafforzare le proprie competenze e trovare impiego nel terzo settore (ONG, Cooperative, Associazioni, ecc.), nel settore pubblico (in particolare presso Enti Locali), nel settore privato (in particolare presso Fondazioni, Aziende, ecc..). Questo tipo di formazione, inoltre, può essere utile anche in altri ambiti e ha risvolti positivi sul proprio sviluppo personale.

Chi è un progettista?

Il/la progettista è responsabile del processo d’ideazione e scrittura di progetti che traducano in obiettivi operativi gli obiettivi strategici dell’organizzazione, l’ente o l’istituzione nel quale è inserito. 

Il suo è un ruolo centrale che richiede una spiccata propensione alla multidisciplinarità, dovendo affrontare spesso temi molto diversi tra loro che vanno dalla salute allo sviluppo agricolo a moltissimi altre questioni irrisolte. Anche in termini di approcci, il progettista deve saper modulare il progetto in base al contesto rispondendo adeguatamente a situazioni di emergenza o a contesti di sviluppo. Pur non essendo per forza uno specialista di una particolare area geografica, di un particolare tema o di una particolare metodologia, deve essere abbastanza flessibile da potersi occupare, a seconda delle necessità, dei vari temi/aree/modalità d’intervento interloquendo con una moltitudine di attori capaci di fornire competenze complementari alle proprie.

Molto spesso, il ruolo di progettista è inquadrato come personale interno ma talvolta lavora come consulente esterno alle organizzazioni, agli enti e alle istituzioni. Qualsiasi sia il tipo di inquadramento contrattuale, le competenze e le abilità nella progettazione sono sempre più imprescindibili per lavorare nell’ambito di azioni europee e non.

CORSO DI CERTIFICAZIONE DI COMPETENZE – ACCREDITATO REGIONE TOSCANA
Progettazione in campo europeo (UC 1839)

FAQ
– E’ prevista un’alternativa per coloro che sono impossibilitati a presenziare le lezioni pratiche?Queste sono vincolanti per il conseguimento del certificato? La frequenza per le lezioni pratiche deve essere in presenza ai fini della certificazione; come pure le ore di stage. La frequenza minima è del 50% del corso (lezioni e stage inclusi).
– Per chi risiede non in Toscana è possibile svolgere l’esame a distanza ? L’esame deve essere fatto unicamente in presenza.
– Il costo del corso deve essere saldato in unica rata, o è possibile dividere il pagamento? Il costo del corso deve essere pagato in un’unica rata.
– Sono previsti voucher formativi da parte della Regione Toscana ? Purtroppo no. Al momento ci sono solo voucher just in time ma che sono esclusivamente finalizzati a finanziare le spese  di accesso a  percorsi formativi just in time, di soggetti disoccupati, inoccupati  e inattivi per i quali  sia  stata  effettuata  dalle imprese specifica richiesta finalizzata all’assunzione.
– Lo stage è obbligatorio ? L’esperienza di stage può essere sostituita da un tirocinio extracurriculare o da una esperienza lavorativa preventivamente concordato con la SCUOLA COSPE.